352478747

 

La tematica del monitoraggio delle infrastrutture critiche assume grande rilevanza in vari ambiti, in primis quello trasportistico, basti pensare al classico esempio dei ponti stradali e ferroviari. I dati acquisiti da sensori di ultima generazione ed elaborati da appositi algoritmi, quali Anomaly Detection, consentono di diagnosticare precocemente l’insorgenza di criticità e intervenire di conseguenza.

 

Il seminario è stata l’occasione per presentare brevemente, attraverso la diretta esperienza di alcuni fra gli Associati al Polo Sosia, alcune fra le tecnologie di maggiore applicazione in quest’ambito: dalla realtà aumenta, sempre più utilizzata per presentare visivamente a un operatore le informazioni percepite e quelle elaborate da un sistema centrale, alla rilevazione satellitare, in grado di evidenziare spostamenti anche millimetrici delle infrastrutture sul territorio; dal paradigma IoT alla Intelligenza Artificiale, in grado di fornire importanti supporti decisionali basati sulla integrazione ed elaborazione di grandi moli di dati.

 

Un accenno particolare è stato riservato al progetto Cymon, avente ad oggetto la manutenzione avanzata grazie alla integrazione delle suddette tecnologie, sperimentato in occasione della realizzazione del nuovo Ponte San Giorgio di Genova.

 

Il seminario, pur svolgendosi in modalità remota a causa delle restrizioni sanitarie, ha riscosso un notevole interesse, facendo registrare la presenza di oltre 60 persone e di una ventina di Associati al Polo SOSIA.

 

Per ulteriori dettagli si prega scrivere all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

torna all'inizio del contenuto